Senza titolo1

La maison Louis Vuitton.

“ Se sei quel che indossi, devi indossare ciò che desideri. Ci sono poche ragazze fortunate che non sbagliano mai, i loro outfit sono sempre perfetti e hanno sempre degli accessori in coordinato. […]”
-Gossip Girl-

Quale migliore accessorio una donna può volere? Che cosa c’è di meglio di una bella borsa Louis Vuitton?

Questa è la storia di uno dei brand più famosi e storici nel mondo della moda.

Questo marchio nasce da un imprenditore francese, un vero e proprio genio, Louis Vuitton Malletier.
Nato nel 1821 a Cons-Le- Sanner, in Francia.
La cosa che più stupisce è ciò che viene raccontato su di lui, a 14 anni, percorse a piedi 250 Km per arrivare a Parigi, tutto questo per lavorare come apprendista per un famosissimo fabbricante di valigie. Così iniziò a conoscere il mondo della moda, soprattutto dei bellissimi bauletti del Monsieur Marechal, famoso per aver lavorato per Napoleone III.
Louis non era un uomo come tutti gli altri ma studiò molto bene la sua strategia e il suo criterio per trovare il giusto mestiere da intraprendere. Erano gli anni in cui l’aristocrazia indossava abiti molto particolari e voluminosi, anni in cui i bauli erano prodotti in legno di pioppo e su misura. Nel 1853 divenne il pupillo dell’imperatrice Eugenia, madre di Napoleone III.

Non gli rimaneva altro che mettersi in proprio.

Produsse così una nuova linea innovativa di bauli e quattro anni dopo riuscì ad aprire la sua prima valigeria di lusso con l’insegna “Louis Vuitton Malletier a Paris “. Sempre nel 1857 fu creato il famoso baule, leggero, facilmente trasportabile, con il coperchio piatto su cui venne incollata una tela di colore grigio che, a seguito di uno specifico trattamento diventava particolarmente impermeabile.
Fu proprio questo baule che fece nascere la concezione di “bel viaggio”.

Il successo non esitò ad arrivare, Louis Vuitton aveva sempre puntato ad una clientela benestante e così iniziò a rifornire la maggior parte delle corti reali dell’epoca. Ebbe come clienti Re Alfonso XII di Spagna, Granduca Nicholas che in futuro divenne zar di Russia ed il Khedivè d’Egitto. La grandezza dell’atelier era troppo piccola per il successo che stava riscontrando, così trasferì il suo laboratorio ad Asnières, che pure tutt’ora è uno dei centri più importanti del brand. Fu, però, dal 1905 che furono inventate le prime valigie morbide che conquistarono il cuore di molte star che viaggiavano sempre e solo con le valigie di Vuitton.

Senza titolo

Il primo negozio, sugli Champs Elysees, nacque nel 1914, sarà il primo di tantissimi altri negozi che nasceranno con il passare degli anni. Nel 1988 fu creata la prima linea pret-a-porter, attualmente curata da uno stilista americano, il quale apportò un tocco di fantasia e di colore in più, modernizzando il brand e mantenendo anche il suo stile molto classico.

Attualmente i negozi Louis Vuitton si trovano in ogni grande città, comprese Roma, Parigi, Firenze, Dubai e New York ( vedi immagini risalenti al 2012 ).

Erika Bottici